La Storia Secondo Monica Inversa (Chaîne de Danses)

Oggi approfondiamo la conoscenza di un'altra rappresentante di Chaîne de Danses: Monica Inversa. Come tutti i protagonisti che collaborano con IStoria, anche lei si è coraggiosamente cimentata nelle cinque domande e conseguenti risposte, leggiamole insieme:





Parlaci di come ti sei approcciata al mondo della danza e il tuo percorso.


In modo assolutamente casuale, trovando un volantino in una biblioteca. Non avevo mai fatto nulla di simile, ho voluto provare per curiosità e mi piaciuto tantissimo.


Quali sono stati i due momenti più belli che hai vissuto in danza storica?


Non ci sono due momenti precisi, tutti gli eventi sono ugualmente belli ed è fantastico potervi prendere parte. Forse il mio preferito è stato il nostro primo ballo ufficiale, il giorno del Pettirosso.


Cosa è la storia per te?


La storia è l'insieme delle vite, delle esperienze, della conoscenza degli umani. Trovo molto triste che venga insegnata in modo superficiale e nozionistico in moltissime scuole, a me per prima l'hanno insegnata come una sequenza infinita di nomi, date, battaglia, battaglia, invasione, battaglia, morte, invasione. UNA NOIA. Infatti mi sono appassionata ad essa solo molto dopo aver finito il liceo, quando ho scoperto modi di narrarla decisamente più interessanti, approfonditi e in qualche modo "umani"


Quali sono le tue 2 epoche storiche preferite e perché


Non posso dire di averne una preferita, come ho detto prima, se narrato nel modo giusto tutto diventa interessante. Però ho sempre avuto una passione per la società dell'antico Egitto, penso avessero il pantheon di divinità più interessante di chiunque altro!


Quali sono i tuoi 2 personaggi storici preferiti e perché?


Provo molta ammirazione per figure storiche che siano uscite dagli schemi della loro epoca, personaggi che hanno dimostrato intraprendenza, resilienza. Su due piedi mi vengono in mente Christine de Pizan e Jane Austen.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti